Pubblicità per strutture ricettive a Firenze.


Booking.Firenze.it


Strutture ricettive a Firenze

www.booking.firenze.it propone strutture ricettive a Firenze come Hotel, Agriturismo, Alberghi, Ristoranti, Camere ...



La Legge regionale Toscana 20 dicembre 2016, n. 86 (Testo unico del sistema turistico regionale) al TITOLO II (Imprese turistiche) del CAPO I (Strutture ricettive alberghiere, campeggi e villaggi turistici) della SEZIONE I (Definizione e caratteristiche delle strutture ricettive), all' Art. 17 definisce le 2 tipologie di strutture ricettive in Toscana: strutture ricettive alberghiere e strutture ricettive extralberghiere.


Strutture ricettive alberghiere a Firenze

A Firenze, delle strutture ricettive alberghiere fanno parte:


Strutture ricettive extra alberghiere a Firenze

A Firenze, delle strutture ricettive extra alberghiere fanno parte:


Agriturismo e fattorie didattiche a Firenze

Gli agriturismo e le fattorie a Firenze ed in Toscana, sono definiti e regolamentati da apposita legge:


Dati sul movimento turistico a Firienza

Nel 2018, i pernottamenti negli alloggi turisti nel comune di Firenze hanno superato i 10,6 milioni (10.651 mln presenze turistiche) con un incremento del 4,1% rispetto all' anno precednete, cosi come i dati relativi alle presenze turistiche hanno rilevato un incremento del' 1,3%.

I dati sono stati presentati ed elebaorati dal Servizio Statistica dell’Ufficio Attività Produttive e Turismo della Città Metropolitana di Firenze insieme al Centro Studi Turistici di Firenze.

La crescita maggiore si è registrata nel primo semestre che ha visto aumentare i pernottamenti di oltre il 6% (crescita importante nei mesi di gennai o, febbraio e marzo, lieve calo ad aprile e crescita nei mesi di maggio e giugno), mentre nel secondo semestre la crescita si è attestata su un aumento di 2 punti percentuali (in crescita nei mesi di luglio, novembre e dicembre, stabile a agosto e settembre, in calo ad ottobre).

La domanda straniera cresce del +2,4% (pari a 200 mila presenze) rispetto all’anno precedente attestando a oltre 7,800 mln di pernottamenti. In f orte crescita il mercato nazionale con un incremento annuo del +9,3%, pari a circa 250 mila pernottamenti.

La stagione 2018 ha pertanto visto il 26,4% di presenze italiane e il 73,6% di presenze straniere (nel 2017 erano state rispettivamente il 25,2% ed il 74, 8%).

Fra le nazionalità spicca il dato del mercato americano che vedono crescere i flussi del +7,2% rafforzando la loro leadership fra i mercati esteri di riferimento per il nostro territorio. In crescita anche i flussi provenienti dalla Russia (+9,4%), dalla Spagna (++5,5%), dal Giappone (3,1%) e dalla Cina (+2,7%). Sempre molto interessanti i risultati dei flussi turistici provenienti dal Regno Unito (con una crescita del +0,5%), e dall’Australi a con una ulteriore crescita di oltre 1 punto percentuale.

In lieve calo i flussi provenienti dal la Francia, dalla Germania e stabili i flussi brasiliani.

Tendenze positive sia per il comparto alberghiero sia soprattutto per quello complementare. Gli alberghi, con 2,969 milioni di arrivi e 7,675 milio ni di presenze, hanno registrato una crescita rispettivamente dello 0,2% e dell’1,3% (+6 mila arrivi e +98 mila pernottamenti); le strutture complementari, con 968 mila arrivi e 2,985 milioni di presenze, hanno segnato un saldo rispettivamente del +5,0% e del +12,2% (+46 mila arrivi e +325mila pernottamenti).

Nel complesso il 72,0% dei pernottamenti sono stati trascorsi negli esercizi alberghieri, il 28,0% negli esercizi extralberghieri (nel 2017, rispettivamente il 74,0% ed il 26,0%). In crescita la permanenza media dei turisti che passa da 2,63 giorni del 2017 a 2,71 del 2018.

Questa crescita è stata registrata in particolar modo per la clientela italiana (passa da 2,53 giorni a 2,71 nel 2018) ma anche per la clientela straniera (da 2,67 a 2,71). In lieve crescita nel settore alberghiero (da 2,56 a 2,58), in forte aumento nel settore extralberghiero (da 2,89 a oltre 3 giorni nel 2018 – 3,08).

La crescita della permanenza media è stata costante tutto l’anno.


Offerta ricettiva a Firenze

1.827 strutture ricettive registrate nel corso dell’anno 2018, per un totale di 51.414 posti letto e circa 17,6 milioni di giornate/letto disponibili in tutta la città nei dodici mesi.

L’offerta alberghiera è composta da 392 esercizi, 33 mila posti letto (6 4,3% del totale) e quasi 15 mila camere. I 3 stelle, con 149 esercizi, si confe rmano la categoria più diffusa, ma in termini di posti letto ha prevalso l’offerta dei 4-5 stelle (con il 60,3% della capacità del comparto).

Rispetto al 2017, il numero di alberghi è cresciuto di 1 unità, mentre i posti letto e le camere sono aumentati rispettivamente di 330 e 566 unità. Ancor a una volta i cambiamenti coinvolgono le aziende classificate a 3, 4 e 5 stelle (rispettivamente +1, +3 e +2 unità), mentre diminuiscono le categorie inferiori (-3 alberghi ad 1 stelle, -2 al berghi a 2 stelle).

L’offerta extralberghiera conta 1.435 strutture e un totale di oltre 18 mila posti letto (35,7%).

Rimane su livelli abbastanza elevati la dimensione delle tipologie ricettive con le caratteristiche della civile abitazione, come affittacamere, alloggi privati e case vacanza.

Rilevante anche la ricettività garantita dalle case per ferie, ostelli, residence, campeggi e residenze d’epoca, sia in termini numerici sia per la diversificazione dell’offerta.

Anche nel corso del 2018 è proseguita la crescita del comparto, con 98 esercizi e 262 posti letto in più; in particolare si è rafforzata la presenza di affittacamere (+42 esercizi), di case vacanza (+61 esercizi) e di residenze d’epoca (+3 esercizi), di contro è diminuito il numero di alloggi privati (-5 esercizi) e di residence (-1 esercizi).


Altri booking:

Il Web Marketing Turistico è curato da Agenzia.net.